- Biografia
  - Dicono di Lui
  - I Libri degli altri

  - Libri per ragazzi
  - Romanzi
  - Libri Vari
  - Riconoscimenti

  - Cos'è
  - Tradizioni

RECENSIONI PERSONALI

04/02/2006 <<-- indietro
Donne in noir


Donne in noir di Simonetta Santamaria
Edizioni Il Foglio pag. 92 €10

Racconti come pietre. Durissimi e inquietanti. L’autrice, già vincitrice del Premio Lovercraft 2004, colpisce dritto allo stomaco e lascia il segno. Dotata di sicuro talento, racconta con prosa essenziale di vampiri nell’angosciante “La buona oasi”, di cannibalismo in “Mi amerai con tutto te stesso” e necrofilia in “Ospedale psichiatrico”. Temi ardui ma sviscerati in maniera eccellente. Le protagoniste di questi undici racconti sono tutte donne. Attorno a loro ruota un mondo malato, distratto, crudele. Figlie di un dio minore, devono lottare con le unghie per non restare schiacciate, come ben sintetizza il racconto “Nata libera”. Vecchia e ammalata, la protagonista, venduta giovinetta per cinque capre e un maiale, ricorda come pareggiò i conti coi genitori e col vecchio bavoso che l’aveva presa in sposa.
Devastante nella sua efficacia è invece “L’angelo del focolare”, dove una giovane e piacente donna, madre di quattro bimbi, abbandonata dal marito, si ingegna a trovare rimedio per sfamare i figlioletti. Utilissimi le torneranno gli insegnamenti della madre quando le insegnava a sgozzare i maiali e farli a pezzi.
Corrosivo è invece “Laura”, paradigma della follia che alberga nelle nostre case, squassate quasi ogni giorno da tragedie definite incomprensibili solo per paura di gridare la verità: ovvero che il male esiste ed è dentro ognuno di noi, come ben sintetizza Pascal: “Né angeli né bestie ma angeli e bestie insieme”.